Siamo finalmente arrivati a ridosso della fase della “danza”. Questo termine coniato per il COVID-19 indica il momento in cui a seconda dell’andamento dell’infezione si assisterà ad un allentamento o ad un irrigidimento delle misure di lockdown. Queste fluttuazioni saranno scandite dal numero di contagi e dal famigerato valore di R0 dell’infezione.

Le farmacie potranno giocare un ruolo importante in questa fase. Infatti la corretta informazione sulle misure adottate dal governo e la fornitura puntuale a prezzi calmierati dei dispositivi di prevenzione individuale sono gli sforzi che saranno richiesti alla nostra categoria.

E chi meglio del farmacista potrà insegnare alle altri soggetti come allestire i nuovi spazi di lavoro ed il corretto utilizzo degli strumenti di prevenzione.

Rimani in contatto con noi
Potrai ricevere informazioni e aggiornamenti sui servizi Farmaiuto, sulle aree coperte, sulle opportunità di lavoro, sulle offerte promozionali a te dedicate e rimanere sempre aggiornato sulle news della tua professione.

La farmacia territoriale durante la pandemia non ha mai chiuso i battenti ed il know-how che ha accumulato la rende eleggibile a diffondere conoscenza ed a sviluppare servizi nuovi ed innovativi per aiutare la popolazione.


A questo proposito è interessante osservare come in paesi come gli Stati Uniti le farmacie siano diventati luoghi di screening e di ausilio al sistema sanitario. Tali misure hanno permesso di allentare le politiche di lockdown e ridurre i danni al sistema economico del paese.

Gli infermieri ed i medici hanno fatto la loro parte ma ora tocca a noi. Prepariamo la ripartenza del paese e facciamo che la “danza” sia coordinata e fonte di ispirazione per il futuro.

Fonti: https://www.bbc.com/news/world-us-canada-52428994

https://medium.com/@tomaspueyo/coronavirus-the-hammer-and-the-dance-be9337092b56

Alessandro Buraschi©

Data: 29 aprile 2020