Ormai siamo tutti diventati degli esperti sul tema COVID e condividiamo giorno dopo giorno informazioni, cercando di dare il nostro piccolo contributo per una diffusione diretta in farmacia.

Dopo una giornata al banco, mi sono imbattuto in questi dati di una ricerca della «London Business School» che vi lascio in fondo a questo articolo.

Si tratta della distribuzione per età dei COVID positivi in Olanda (rosso) e Islanda (blu).
In questi due paesi la strategia di «tamponamento» è molto diverso: 

  • L’Olanda come il nostro paese effettua il tampone solo ai pazienti sintomatici
  • L’Islanda invece ha testato un campione rappresentativo dell’intera popolazione, asintomatici compresi.

Ciò che risulta evidente è che il numero di infetti è molto più vicino alla fascia 40-50 anni piuttosto che a quella 70-80.

La conferma a questi dati arriva dalla comparativa Corea (rosso) – Italia (verde). In questo caso il paese asiatico, che ha testato tutta la popolazione (sintomatica e non), riflette la stessa distribuzione vista precedentemente con addirittura un picco di contagiati nella fascia 20-30 anni (quasi il 30% del totale)!

Questi dati importanti sono un monito a non abbassare la guardia focalizzandoci solo sulla presenza di sintomi.
Come farmacisti abbiamo il dovere morale di diffonderli a tutta la popolazione.

Durante le nostre attività di servizio sanitario territoriale dobbiamo sensibilizzare oltre che gli anziani, anche la popolazione più giovane all’uso delle mascherine per le attività di tutti i giorni. I giovani infatti, asintomatici e più inclini agli spostamenti e contatti sociali, sono il motore responsabile dell’espansione del virus.

Alessandro Buraschi©

Link alle slides: https://voxeu.org/article/user-guide-covid-19
https://masks4all.co/